Trading di Ethereum CFD: come investire in Ethereum senza commissioni

Last updated: 29.12.2022
Richard Morrish
Author:
Richard Morrish
Adviser
CFD & Trading
Experience
> 30 anni

Chi ha sentito parlare di trading di Ethereum CFD, sa benissimo che spesso si pagano delle commissioni per eseguire ogni operazione. Capita spesso, infatti, che per operare si debbano sostenere dei costi che, talvolta, possono farci tirare indietro.

Tuttavia, è impossibile investire su Ethereum senza dover necessariamente pagare fastidiose commissioni quando acquistiamo, vendiamo, scambiamo o operiamo in leva. Prima di addentrarci nell’argomento, però, vediamo cosa è Ethereum.

 

Fai trading senza commissioni

nextmarkets investors

  • Che cos’è l’Ethereum
  • Differenze tra Bitcoin e Ethereum
  • Funzionamento di Ethereum
  • Perché fare trading di Ethereum CFD
  • Ethereum valore: in base a cosa cambia il prezzo
  • Come l’ecosistema influenza il prezzo
  • Glossario: trading di Ethereum CFD
  • Leva finanziaria
  • Long e short
  • Conclusioni

Che cos’è l’Ethereum

Prima di investire, è sempre giusto chiedersi che cos’è l’Ethereum e come funziona. Difatti, molti non hanno ancora compreso il potenziale di questo asset digitale, spesso visto solo come secondo a Bitcoin. In realtà, gli utenti esperti pensano che ETH possa addirittura performare meglio di BTC nel lungo termine.

Ma andiamo per ordine. Ethereum, in poche parole, è una blockchain a sé stante che consente di eseguire operazioni in maniera totalmente decentralizzata. È open-source, ed è in grado di funzionare tramite i cosiddetti smart-contract.

Questo non fanno altro che eliminare gli intermediari e rafforzare la sicurezza, dato che annullano il possibile errore umano e la corruzione degli individui. Gli smart-contract, appunto, consentono di eseguire patti tra utenti in automatico, approvando con un semplice click.

L’ideatore è Vitalik Buterin, che già nel 2013 si era addentrato nel mondo blockchain e ha iniziato a sviluppare il suddetto progetto. Dopodiché, è riuscito a lanciare Ethereum nel 2015, facendolo governare dal token ETH, ovvero l’asset che si compra quando si decide di fare trading di Ethereum CFD.

Il protocollo viene sempre aggiornato, e ha implementato recentemente nuovi strati su cui operare per aumentarne la sicurezza, e ha sviluppato le cosiddette dApps, app decentralizzate grazie alle quali eseguire operazioni in DeFi.

fai trading di CFD crypto

Differenze tra Bitcoin e Ethereum

Molti si chiedono quali sono le differenze tra Bitcoin e Ethereum. Perché la prima vale molto più della seconda? Cos’è che spinge gli investitori a comprare Ethereum piuttosto che Bitcoin?

Partiamo dall’inizio. La prima differenza è quella di estrazione delle criptovalute. Nel caso di Bitcoin, questo avviene tramite il processo di mining, un processo secondo il quale è possibile ‘’generare’’ BTC verificando le transazioni.

In poche parole, i minatori (miners), offrono la loro potenza di calcolo tramite computer molto potenti (o schede video) e aiutano la blockchain di Bitcoin a convalidare le transazioni. La blockchain è formata da blocchi, e in ogni blocco entra un certo numero di transazioni.

Chi convalida più transazioni all’interno di un blocco si aggiudica il “premio” del blocco, ottenendo ricompense in BTC. In questo senso, Bitcoin viene visto come una riserva di valore in quanto bene digitale con particolare scarsità.

A ciò va aggiunto, tra l’altro, che Bitcoin subisce il cosiddetto halving ogni circa 4 anni. Ciò consiste nel dimezzare la quantità di Bitcoin circolanti aumentando la difficoltà di mining.

Ethereum, invece, funziona in maniera molto diversa.

Funzionamento di Ethereum

Il funzionamento di Ethereum è leggermente diverso da quello di Bitcoin, soprattutto per quanto riguarda il processo di mining. Difatti, i token ETH sono stati lanciati già minati sul mercato, e la supply è teoricamente infinita.

Tuttavia, avvengono dei sistemi di burn continui, ovvero operazioni in cui token ETH vengono inviati ad un wallet non accessibile e, quindi, persi per sempre. In questo modo si riesce a mantenere la scarsità ed evitare l’inflazione.

Per quanto riguarda la tecnologia di Ethereum, essa è simile a quella di Bitcoin, con la differenza che Bitcoin ha una sola applicazione blockchain. Per l’appunto, Bitcoin rappresenta un sistema di pagamenti tramite valuta digitale, mentre Ethereum tiene traccia della proprietà della valuta digitale, ma si concentra anche sull’esecuzione di applicazioni decentralizzate.

Da queste nasce appunto la DeFi, quella che viene definita come rivoluzione della finanza tradizionale. Altre differenze sostanziali tra Ethereum e Bitcoin sono:

  • Natura open-source: Ethereum permette agli sviluppatori di raccogliere fondi per le applicazioni, creando contratti e radunando le community.
  • Supply: la supply di ETH è diversa da BTC, ed è limitata a 18.000.000 di token all’anno.

Sistema di transazioni: le transazioni vengono pagate in modo diverso: su Ethereum si pagano le gas fees, il cui costo varia in base all’uso della rete. Su Bitcoin, invece, ci si limita alla dimensione del blocco per decidere il costo della transazione.

Perché fare trading di Ethereum CFD

Chi decide di fare trading di Ethereum con leva o chi, più semplicemente, vuole acquistare Ethereum senza doversi impelagare in strane procedure, può facilmente comprare CFD di ETH. In questo modo, si evitano tantissimi processi DeFi che, nella maggior parte dei casi, risultano veramente complicati.

L’utente medio, infatti, spesso non è in grado di muoversi all’interno di dApps, pool di liquidità e soluzioni di staking. Questo perché la DeFi, per quanto avanzata, è ancora macchinosa e difficile da comprendere per chi non conosce alcuni aspetti tecnici del settore.

Ecco, quindi, che investire in CFD ETH diventa la soluzione più conveniente. Tra l’altro, è bene sapere che le commissioni di transazione su Ethereum sono quasi sempre elevate. Non è raro cercare di scambiare, per esempio, 200$ e trovarsi a pagarne 20 o addirittura 50 di commissioni.

Con broker come nextmarkets, invece, fare trading di Ethereum CFD consente di eseguire qualsiasi tipo di operazione senza pagare alcun tipo di commissione o gas fee, in gergo tecnico. Inoltre, tali piattaforme consentono di operare con leva finanziaria, cosa che in DeFi non avviene quasi mai.

È difficile trovare un Exchange decentralizzato che offra possibilità di leva e, anche quando si trova, capita spesso di non trovare liquidità o di dover sostenere spese veramente elevate per le commissioni.

Forex App by nextmarkets

Ethereum valore: in base a cosa cambia il prezzo di ETH?

Dare ad Ethereum valore non è un qualcosa che può essere fatto causalmente. Il prezzo ETH, come per tutti gli asset finanziari, varia ovviamente in base alla legge della domanda e dell’offerta. Trattandosi di una criptovaluta tra le più gettonate, per quanto possa mantenersi stabile, esistono però dei fattori chiave molto importanti.

Innanzitutto, bisogna considerare la diffusione di news sui social media, sui mezzi di comunicazione tradizionali e sul web. Questo perché capita spessissimo che un Tweet da parte di qualche personaggio influente, o le parole di un politico in televisione creino panico tra gli investitori.

In questo senso, va misurato anche il sentiment nei confronti dell’asset, ovvero la tendenza ad acquistare o vendere Ethereum. Va anche presa in considerazione la disponibilità di Ethereum, dato che come abbiamo detto la supply è pressocché infinita.

Sarebbe facile pensare che essendo infinita la supply, non ci si dovrebbe preoccupare così tanto. In realtà, grazie ai sistemi di burn e i sistemi di coniazione del token, è bene tenerla d’occhio in modo da capire se c’è scarsità o troppa disponibilità.

Ancora, trattandosi di un prodotto di natura completamente decentralizzata, Ethereum non è regolamentato nella maggior parte dei Paesi e non è accettato da diverse banche centrali. In questo senso, Bitcoin è forse più “centralizzato”, se così si può dire, in quanto viene accettato da diversi enti.

La differenza, però, sta anche in tutto l’ecosistema che circonda Ethereum.

Investi con nextmarkets in pochi passi

Come l’ecosistema influenza il prezzo ETH

Si potrebbe aggiungere ad Ethereum valore anche nei momenti in cui vengono implementate delle nuove funzioni. Quando, per esempio, è stato annunciato l’EIP-1559 del protocollo, ovvero un aggiornamento sui sistemi di gas fee volto a rendere la rete più economica, il prezzo è fluttuato verso l’alto.

Allo stesso tempo, capita che dApps che girano su blockchain Ethereum vadano al rialzo, portando con loro anche il token ETH. Ovviamente, parliamo sempre di un mercato volatile in cui operare con leva potrebbe portare grossi rischi.

Glossario del trading di Ethereum CFD

Ecco di seguito un piccolo glossario del trading di Ethereum CFD e alcuni termini che potreste trovare spesso quando iniziate a capire come investire.

I CFD, per chi non ne fosse a conoscenza, consentono di operare su determinati asset finanziari senza possederli “fisicamente”. In poche parole, al posto di comprare Ethereum direttamente sulla sua blockchain, spesso difficile da accedere o costosa in termini di commissioni, ci si affida un broker.

Piattaforme come nextmarkets, quindi, consentono di fare trading di Ethereum con leva o senza a proprio piacimento, in base ai propri obiettivi e al proprio profilo di rischio. Durante le vostre operazioni, potreste trovare determinate terminologie che, per gli inesperti, potrebbero creare confusione.

Tra queste troviamo le seguenti:

 

Leva finanziaria

La leva è quello strumento che consente di aumentare la propria esposizione ad un asset senza avere materialmente i fondi. Se quindi, volete comprare 200$ di Ethereum ma ne avete solamente 100, potreste decidere di settare una leva X2.

Questo vi consentirà di posizionarvi con l’asset con 200$, facendovi esporre maggiormente e, quindi, garantendo dei potenziali ritorni economici maggiori. Ovviamente, tali strumenti vanno usati con parsimonia, in quanto se il mercato non va come previsto, si rischia la liquidazione.

Va anche sottolineato che, se investiamo 100$ al rialzo con leva X2 e il prezzo sale del 10%, sarà come aver generato un 20% di profitto. Se, però, il mercato scende del 10%, subiremo una perdita del 20%. Quindi, possiamo immaginare la leva finanziaria come uno strumento che moltiplica sia i profitti che le perdite a seconda dell’andamento del mercato.

Long e short

Il mercato dei Bitcoin trader o Ethereum trader, come per tutti coloro che fanno operazioni di trading, si divide principalmente in due categorie: chi va long e chi va short. Andare long significa puntare al rialzo su un determinato asset.

Se andiamo long su CFD Ethereum e il prezzo sale, quindi, otterremo un guadagno in base alla nostra posizione iniziale. Se, per esempio, compriamo ETH a 3000$ e il prezzo sale a 3300$ (10%), otterremo un profitto del 10%. Viceversa, perderemo del denaro.

Allo stesso modo, andare short significa puntare al ribasso, ovvero sperare che il prezzo dell’asset scenda. Come prima, se ETH viene comprato a 3000$ e, in questo caso, scende a 2700$, otterremo un profitto. Se sale, invece, andremo in perdita.

Conto Demo con nextmarkets.

Stop loss e take profit

Lo stop loss e il take profit sono l’ancora di salvezza di molti trader. Impostare uno stop loss consente di vendere prima che l’asset scenda troppo. Se abbiamo generato un profitto e vogliamo tenerci al sicuro, quindi, settare uno stop loss al di sopra del prezzo di acquisto potrebbe aiutare. Allo stesso tempo, si può settare in modo che non si vadano a generare perdite troppo ingenti.

Il take profit, invece, funziona al contrario: si usa per prendere profitto, e quindi vendere in maniera automatica una volta che l’asset raggiunge il prezzo desiderato.

Conclusioni

Fare trading di Ethereum CFD può essere molto profittevole, soprattutto per chi vuole generare un’entrata extra senza dover eseguire procedure complicate nei mercati delle criptovalute.

Inoltre, la possibilità di fare trading di Ethereum con leva a proprio piacimento e la facoltà di non pagare le commissioni, come su nextmarkets, sono un punto a favore per questo settore.

Tra l’altro, su questa tipologia di broker è anche possibile investire in Stellar Lumens e Bitcoin.

Fai trading senza commissioni
Guida al Trading
Scopri smart trading
  • Fai trading con il nostro broker online Europeo senza commissioni
  • Ricevi fino a 200 analisi al mese dai nostri trader professionisti
  • Scegli di fare trading su oltre di 8000 azioni, ETF e altri prodotti
Fai trading ora
x